The Web Poetry Corner
DreamMachineThe Web Poetry Corner is a Dream Machine Site
The Dream Machine --- The Imagination of the World Wide Web
Google

The Web Poetry Corner

Stefano Medel

of

Acqui Terme, Italy

Home Authors Alphabetically Authors Date Submitted Authors Country Submission Rules Feedback



If you have comments or suggestions for Stefano Medel, you can contact this author at:
merialdistefano@libero.it (Stefano Medel)


Find a book store near you, no matter where you are located in the U.S.A.!


Cerzan

...the best independent ISP in the Twin Cities

Gypsy's Photo Gallery


Africa che cresce

by

Stefano Medel


Africa

Immenso continente,vecchio come
L’uomo,in bilico tra modernità
E preistoria tribale,
spazi immensi,
tra steppe e savane
e laghi lacustri,pieno
di gazzelle in fuga,
e ,
ed esseri di tutti i tipi,presenze viventi
in perenne lotta per sopravvivere
tra loro,
paessaggi di sogno sfilano davanti,
fuori dal tempo,
foreste pluviali,dove non arriva il sole,
con intrichi misteriosi,
e poi dune fini,di sabbia del Sahara,
che si spostano col vento,ed il sole è implacabile,
e la sabbia fine,entra ovunque,e forma piste effimere,
che durano un minuto,e il cielo s’incontra con
la terra,
in spazi di zenit,lontani;
continente in bilico,
tra povertà e opulenza di pochi,
e la giustizia che deve ancora arrivare;
tra villaggi di capanne,e città nei porti
e il Mozambico,ed il Senegal,
paesi che cercano se stessi,
tra guerre rovinose;
tra il tempo che non vuole scorrere,
ed il futuro,ancora da fare,
in un continente che
aspetta,aspetta,
il divenire,
per conoscere
lo sviluppo,
di se stesso,
e scoprirsi e
farsi scoprire,in equilibrio col futuro incerto.


la fine del sogno

by

Stefano Medel

Notte
Profondo
Sogno,
meandri
della mente,
dove tu vaghi,
per mille
porte
backdoor,
senza
riuscire
ad uscire,
tempo,
passato,
un ora,
un
minuto,
un
istante;
è quasi l’alba,
presto
il sogno
finirà,
purtroppo..

scuola

by

Stefano Medel

Scuola
Quanto
Tempo;
quando
ci
sei,
non
vedi
l’ora
che sia
finita;
poi
quando
te
ne
vai,
senti
che hai
perduto qualcosa,
i compagni,
le
risate,
la
campanella,
i
libri,
dove
apprendevi,
un po’ di verità;
tra quelle
pagine,
un po’
noiose,
un
po’
pallose;
scuola,
tutti
vittoriosi,
o
forse
no.

libertà

by

Stefano Medel

La libertà,
è libertà,
è una cosa personale,
è una cosa,
che non è certa,
non è sicura,
non ce l’hai in tasca,
la libertà,
si difende un po’
ogni giorno,