The Web Poetry Corner
DreamMachineThe Web Poetry Corner is a Dream Machine Site
The Dream Machine --- The Imagination of the World Wide Web
Google

The Web Poetry Corner

Emanuele Benvenuti

of

Carrara, Italy

Home Authors Alphabetically Authors Date Submitted Authors Country Submission Rules Feedback



If you have comments or suggestions for Emanuele Benvenuti, you can contact him or her at:
benvenuti4@interfree.it (Emanuele Benvenuti)


Find a book store near you, no matter where you are located in the U.S.A.!


Cerzan

...the best independent ISP in the Twin Cities

Gypsy's Photo Gallery


sotto la città

by

Emanuele Benvenuti

Grida inquiete tempestano
le fenditure,
falde di liquidi
che pulsano
sotto pilastri di vita,
la terra morbida
di incessanti sostegni
tra forme d'esistenza;
Organismi monocellulari
innondano il buio
già pieno di insetti.

Soffi di vento
sopra,
tra asfalti lucidi
che riflettono pneumatici:
assorbono e si consumano
seguendo la pioggia
ed il suo incessante fluire.

Tornano e riecheggiano
ricordi di rimesse
nelle notti,
di strani rintocchi,
inquiete presenze
fluttuano sotto gli artifizi
piloni di luce,
sotto palazzi sinistri....
spenti;

e sapienti aspetti che sento,
Metropoli,
nel chiasso dei tuoi scricchiolìi
disarmo
la mia inutile ascesa societaria.
Il dolore del tuo mondo,
fittizia creazione,
utopia,
mi sovrasta.

Sotto giace
il tuo vero spirito,
il tuo valore;
sotto
vibra l'oro umano
e tatuaggi meticci
e sensualità atlantiche,
colori forti in flash-back.
Rituona
il ritmico suono sommesso
e danzi silente....

fra te ed il cielo,
piattaforma d'argento,
c'è solo una nube di smog.


Estasi

by

Emanuele Benvenuti

Ipnotico risiede,
ritmo instabile
ove percuote in me
risentite deviazioni.

Allucinanti disegni
nelle mie vene
che danzano...
che danzano e muoiono lente.

Si accostano
impercettibili distanze
sotto il tuono
dell'abisso;

sotto riecheggianti
piccoli frammenti
del tuo perdono,
del tuo profumo che si espande
lento....

e dentro
si annodano
e si snodano
giunture troppo rigide;

e fuori Morfeo
mi addolcisce
e la notte piano
si avvicina ai miei occhi

con fare risentito
dal mutare del giorno.

Come scosse
di dissesto
si sfiorano adesso
i nostri confini;

come stelle
brillano,
sul tuo profilo,
i diamanti dell'oblio.

Ebbro del tuo aroma
mi addentro
ed eguali finzioni
mu persuadono;

mi incantano;
mi svelano sorrisi.

Lame....
lame lucenti del domani
i miei passi
futili

in questo fluttuare
nel vento
la mia unica difesa,
ora che tremo,

è la tua dolcezza... dea!


Delfini dispersi

by

Emanuele Benvenuti

Il nostro dannato passaggio,
in apparente fermezza
il globo si muove
permettendo un miracolo assoluto,
la vita;
permettendo la morte.
Un ciclo
che sta quieto
nella dispersione di tempi
galattici
finchè non se ne serve l'uomo.