DreamMachineParla il maestro jedi è un sito della Dream Machine
The Dream Machine --- L'immaginazione del World Wide Web

The Dream Machine

Home Ultimo articolo Articoli precedenti Forum dei lettori Contatto

Parla il maestro jedi

No. 6

Abbreviare le fasi di sviluppo

20/08/99

em Português in English

Abbreviare le fasi di sviluppo è di importanza CRUCIALE. Sia nella realizzazione di nuove applicazioni software che nella semplice aggiunta di nuove pagine al nostro sito non possiamo applicare delle regole vecchie che ormai  sviluppo non sono più valide.

Come già evidenziato nel precedente articolo (Pochi attimi d'attenzione), un utente internet tipo ci dedica solo pochi attimi d'attenzione e questi attimi diventano sempre più brevi.

Il visitatore tipico che capita in un sito come il nostro, prima dà uno sgurado al materiale più recente, probabilmente esplora le pagine per vedere se c'è qualcosa di estremamente interessante, forse controlla anche qualche link esterno, quindi si sposta verso altri pascoli. Se ha trovato qualcosa di veramente nuovo ed interessante, l'utente POTREBBE anche ritornare, ma ci sono anche molte probabilità che non visiti più il sito. La concorrenza tra i siti nella rete è spietata. Ma non solo, l'ammontare dei contenuti continua a crescere più velocemente dei visitatori. Quando è apparsa in linea la prima pagina del gruppo di siti della Dream Machine  a gennaio del 1995, sul web c'erano circa 350.000 pagine concorrenziali. In questo momento il numero di pagine in concorenza con quella che state legendo è stimato intorno ai DUE MILIARDI. Il numero di pagine è cresciuto vorticosamente arrivando ad un coefficiente di   6.000, mentre il numero di utenti in tutto il mondo è arrivato ad un coefficiente non più alto di 100, un numero che diventa ancora più basso se consideriamo solo le persone che comprendono l'inglese.

Se il navigante è arrivato al sito attraverso una ricerca mirata, probabilmente si soffermerà ancora meno. Una volta trovato...o non trovato..ciò che cercava il visitatore si dedicherà ad oltre operazioni, facendo poco caso alle caratteristiche del sito che non rispondono al materiale che lui stava cercado.

I siti "firmati", ossia quei siti che godono di una qualche notorietà perchè portano un nome famoso (ad esmpio, Disney o Microsoft) o perchè sono stati recentemente pubblicizzazti dagli altri media, attraggono molti visitatori ma le novità sul mondo egualitario del web si consumano subito e i visitatori dificilmente vanno oltre la prima visita. Dopotutto, ogni pagina HTML è funzionalmente uguale alle altre.

Niente da meravigliarsi se molti siti cercano di diventare dei portali...la pagina iniziale da cui iniziare la navigazione su Internet. Se riesci a far si che qualcuno configuri il suo browser in modo che il tuo sito sia la prima pagina iniziale dopo la connessione, potrai dire di esserti assicurato dei visitatori. Il sito che ha riscosso più successo attraverso questo strategia è Yahoo!  Le case produttrici dei programmi per la navigazione come Netscape e Microsoft caricano la pagina iniziale con un link verso il loro stesso portale e senza lasciar capire chiaramente quanto sia...FACILE...cambiare quest'inpostazione, giocano sul loro vantaggio per presentarsi come "i primi"fornitori del servizio internet. Ad ogni modo, tali "segreti" non restano segreti a lungo. Presto o tardi tutti gli utenti scoprono l'incredibile numero di portali tra i quali non resta che l'inbarazzo della scelta. Molti siti, anticipando questa mossa dell'utente invitano a costruirsi un proprio portale sul loro server, impostando il loro sito come pagina iniziale. Così la costruzione dei portali raggiunge il culmine...ogni utente ha il suo PROPRIO portale!

Sommando tutti questi fattori è facile rendersi conto che chiunque si dedichi alla costruzione di un sito web dev'essere molto pronto e veloce. Dal momento che ciò che oggi è vero domani potrebbe non esserlo più, dal momento che la gente ritornerà sul tuo sito solo se vi troverà molteplici "attrattive"...chi sviluppa un sito DEVE realizzare le nuove pagine e le nuove caratteristiche nel più breve tempo possibile. Il Webmaster dev'essere altrettanto veloce nell'eliminare dal sito tutto ciò che non funziona e sostituirlo con l' introduzione di nuove "attrattive".

Per abbreviare le fasi di sviluppo è necessario adottare un atteggiamento del tipo "proviamo e vediamo cosa succede" anche se il risultato presenterà indecisioni sul disegno del web, imperfezioni ed errori. La stessa necessità del cambiamento continuo costringe le case produttrici di sofware, come la Microsoft ad indrodurre sul mercato applicazioni piene di difetti con la promessa di un miglioramento tramite frequenti aggiornamenti.

L'unico modo di concepire un sito, sia questo il vostro o qualunque altro sito, è quello di considerarlo come ad un lavoro in continuo progresso...che non sarà mai realmente completato. Più velocemente riesci ad incorporare nel tuo sito l'ultima trovata del web più probvabilità avrai di attrarre dei visitatori e...FORSE, soltanto FORSE, convincerli a tornare indietro a dare un altro sguardo.

Perchè non eserciti la TUA libera volontà per esprimere la tua opinione? visita il Forum dei lettori e scrivi il TUO parere su questo argomento.


Partecipa al nostro Forum dei lettori.


Vuoi "abbonarti" a questi articoli? Clicca QUÌ e compila il form, riceverai via e-mail un articolo a settimana in formato solo testo, ad intervalli irregolari.


Se vuoi consigliare la lettura di questa colonna ai tuoi amici, clicca QUÌ e lasciaci il loro indirizzo di posta elettronica, insieme ai tuoi commenti.


Ritorna alla home page.


Per i tuoi suggerimenti e commmenti manda un messaggio a Willy al seguente indirizzo:
willy@dreamagic.com


Minnesota Online